Aci Castello – Acitrezza – La Timpa

A poco più di 10 chilometri da Catania percorrendo il lungomare verso nord incontriamo Aci Castello, un antico borgo marinaro che nel corso degli anni pur mantenendo le sue antiche origini, si è via via trasformato in un prestigioso luogo balneare meta di numerosi turisti. L’elemento più caratteristico di questo centro è il Castello di origine Normanna realizzato su di un costone di lava basaltica a strapiombo sul mare risalente al secolo XI.

A pochi chilometri da Aci Castello proseguendo verso nord incontriamo Aci Trezza,antico borgo marinaro conosciuto anche come Riviera dei CiclopiIl nome si rifà ad un episodio Omerico ove Ulisse catturato da Polifemo, un gigante con un solo occhio, riesce a scappare dopo averlo accecato. Polifemo ormai cieco scaglia contro la nave di Ulisse in fuga tre massi, quelli che il Verga nel suo romanzo ”I Malavoglia“ chiama Faraglioni.

Il più grande di questi scogli è conosciuto come Isola Lachea, oggi riserva naturale protetta, raggiungibile grazie alla disponibilità dei simpatici “barcaioli” del paese. E’ un luogo meraviglioso, con un mare limpido e cristallino; l’isola ospita anche diverse specie animali (tra i più rari ed importanti la Lacerta ovvero una specie endemica di lucertola presente solo in questa isola).

Proseguendo in direzione di Messina, lungo la “Via Nazionale” s’incontrano altri luoghi di grande fascino e interesse.

Tutta la zona è di per sé uno spettacolo naturalistico davvero unico, tutelato dalla “Riserva naturale orientata La Timpa” e formato da un litorale costiero davvero particolare costituito, ad esempio, dagli antichi borghi dei pescatori ed oggi centri turistici soprattutto estivi come Santa Maria la Scala, Santa Tecla, Stazzo e Pozzillo, che offrono la possibilità di ammirare i colori tipici del mare e di assaporare la deliziosa cucina di pesce.