Teatro Massimo Bellini

Il Teatro Massimo “Vincenzo Bellini” è il centro di rappresentazione dell’opera di Catania. Il teatro, che si affaccia sull’omonima piazza, fu inaugurato la sera del 31 maggio 1890, con l’opera Norma del compositore catanese Vincenzo Bellini.
La facciata del teatro si ispira al classico sansoviniano della Biblioteca di Venezia. Il resto dell’immobile, però, se ne distacca nello sviluppo laterale, assumendo la forma di teatro. La sala a quattro ordini di palchi oltre il loggione, è di grande ricchezza decorativa e di gusto aristocratico. Il soffitto è affrescato dal pittore Ernesto Bellandi con immagini di Bellini e delle sue maggiori opere: Norma, La sonnambula, I puritani e Il pirata.
Il sipario storico, illustrante la Vittoria dei catanesi sui libici, è del pittore catanese Giuseppe Sciuti. Nel ridotto, molto ampio ed elegante tutto marmi e stucchi, notevole è la statua in bronzo di Vincenzo Bellini, opera di Salvo Giordano.
Il tenore Beniamino Gigli la proclamò la migliore sala di teatro al mondo per l’acustica.